Tofu di canapa: ecco la ricetta per farlo direttamente a casa

Al giorno d’oggi, ci sono sempre più soluzioni e possibilità grazie alla tecnologia. La diffusione su scala mondiale di smartphone e altri device mobili ha offerto la possibilità di svolgere attività impensabili fino a poco tempo prima, stando comodamente seduti da casa. Basti pensare all’intrattenimento online, possibile in totale sicurezza come si può notare su portali come casinoonlineaams.com, oppure alla possibilità di trovare un numero di ricette praticamente sconfinato.

Abbiamo già visto in questo articolo come preparare alcuni alimenti con una buona percentuale di canapa o derivati, questo perché di base proponiamo e spingiamo a tutti i livelli prodotti e alimenti che contengono canapa, una sorta di movimento etico e strutturato che portiamo avanti da anni anche su famechimica.

II tofu di canapa, tutto fatto in casa

Per tutti coloro che devono fare i conti con un’intolleranza alla soia, ecco che la tecnologia, tra siti web, social e tante app dedicate, permette di trovare delle ricette alternative che possono tornare decisamente utili nella vita di tutti i giorni. Una di queste riguarda sicuramente un ottimo tofu di canapa, che si può preparare direttamente entro le proprie mura domestiche.

Si tratta di un tofu che si può realizzare anche senza avere grande esperienza i fornelli e che si basa sull’uso dei semi di canapa. Un piatto che si può considerare a tutti gli effetti un’alternativa rispetto a quelle preparazioni di tenore salato che comportano per forza di cose l’uso del tofu tradizionale.

In questo caso, si tratta di una ricetta che si prepara nel giro di una mezz’oretta. Servono 25 minuti per la preparazione, mentre la cottura è decisamente rapida, dato che sono sufficienti solo 5 minuti. Il dosaggio, lo ricordiamo, è per sole due persone.

Gli ingredienti del tofu di canapa

Per realizzare questo interessante piatto alternativo per tutti coloro che devono fare i conti con un’intolleranza nei confronti della soia, per cui ricordiamo che il latte vegetale riesce ad essere ancora più equilibrato e funzionale al corpo umano, diamo uno sguardo agli ingredienti che si devono acquistare. Prima di tutto, 100 grammi di semi di canapa decorticata, poi un litro di acqua, il succo di mezzo limone. Che tipo di strumenti bisogna tenere a portata di mano? Un frullatore, il colino e un contenitore forato.

La preparazione del tofu alla capana

La prima cosa da fare è quella di mettere in ammollo i semi di canapa insieme a 200 ml di acqua, attendendo circa due ore. Una volta trascorso tale tempo, ecco che si possono spostare, insieme all’acqua di ammollo, all’interno del frullatore e azionate quest’ultimo elettrodomestico per qualche minuto, fino al punto in cui si riuscirà a ricavare un composto che deve essere estremamente liscio. A questo punto, ecco che si può allungare il composto stesso usando l’acqua avanzata, in maniera tale che venga adeguatamente diluito.

Una volta giunti a questa fase, ecco che si deve filtrare. Quindi, collocate il colino su una ciotola e poi si deve foderare usando un telo pulito, in maniera tale da filtrare con delicatezza il latte di canapa. Dopo aver differenziato il latte rispetto all’okara, che altro non è se non il residuo solido, che si può utilmente reimpiegare per tante altre preparazioni, come ad esempio per la realizzazione di buonissime polpette o burger.

Il latte così separato va versato in un pentolino e poi fatto leggermente bollire. A questo punto, ecco che si può aggiungere il succo di mezzo limone, mantenendo la cottura a fiamma bassa per altri sessanta secondi. Solo a questo punto si può spegnere il gas.

L’ultimo passo è quello di avere pazienza e attendere che il tofu si vada a compattare alla perfezione. La porzione cagliata va inserita in un contenitore forato, da ricoprire usando un peso, in maniera tale da pressarlo e portarlo a perdere l’acqua in eccesso. In questo modo, il composto si compatterà. Collocatelo in frigorifero per 24 ore: dopo tale tempistica, ecco che il tofu a base di canapa sarà pronto per essere gustato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *