Gli innumerevoli effetti benefici del olio CBD

L’olio CBD è considerato degli esperti un prodotto ricco di qualità benefiche, utile per combattere ansia e stress ed efficace come antidolorifico e antinfiammatorio.

Che cos’è l’olio CBD

L’olio CBD non è da confondere con l’olio di canapa. Il primo viene estratto dal cannabinoide, il secondo dal seme della canapa con un tecnica di spremitura a freddo. L’olio di canapa è una buona fonte di vitamine e omega 3 e 6, definito commestibile, è parecchio usato nel settore alimentare e in quello della cosmesi.

L’olio CBD, invece, svolge un ruolo perlopiù curativo. Si tratta di un ottimo rimedio naturale per combattere dolori lievi o cronici alle ossa, ma è anche consigliato nei momenti di forte stress e a quelle persone con disturbi neurologici quali l’Alzheimer e il Parkinson. Pare che il CBD riesca a placare l’aggressività che purtroppo insorge in chi soffre delle malattie appena citate. È dimostrato scientificamente che l’olio CBD aiuti a distendere i nervi incrementando il rilassamento generale del corpo e della mente.

A differenza di tanti medicinali poi, soprattutto tra gli ansiolitici e gli psicofarmaci, l’olio CBD non crea alcuna dipendenza. Tuttavia, prima di procedere con l’assunzione è bene leggere il foglietto illustrativo e non superare le dosi consigliate.

Un possibile alleato nella lotta contro i tumori

Sempre più pazienti che fanno la chemioterapia traggono beneficio dall’olio CBD. A dimostrarlo sono i tanti istituti che si occupano di combattere il cancro, tra questi vi è L’AIRC, che ha notato un aumento di appetito nei pazienti che assumono cannabis e in genere estratti di marijuana. Notoriamente conosciuta come “fame chimica”, questa invoglia il paziente a mangiare aumentando di conseguenza la sua energia fisica. 

Controindicazioni ed effetti collaterali dell’olio CBD

Grazie alla recente legalizzazione dei prodotti contenenti cannabis, si è verificata una maggiore richiesta di olio CBD da parte del mercato. Basta recarsi in un negozio specializzato in prodotti derivanti dalla canapa, oppure in uno shop on line, per acquistarne un flaconcino. Ciò nonostante è meglio sapere se il prodotto che stiamo ingerendo o applicando sul nostro corpo può procurarci danni. Iniziamo col far presente che l’olio CBD non è per niente psicoattivo, quindi non dà sballo e non procura disorientamento in chi lo consuma.

Detto questo, facciamo una distinzione tra uso interno ed esterno dell’olio. Se ingerito, il CBD non produce particolari effetti collaterali, a patto che non si esageri nelle dosi. Un abuso può provocare diarrea e spossatezza, abbassamento temporaneo della pressione, controversie di certo non gravi, ma che si possono evitare con un corretto dosaggio.

Riguardo all’uso esterno, molto dipenderà dal tipo di pelle su cui l’olio CBD verrà applicato. Meglio fare un test su una piccola porzione di pelle, in modo da evitare reazioni allergiche in soggetti sensibili. Un consiglio da seguire spassionatamente è quello di fare attenzione a cosa si compra, purtroppo in giro c’è tanta gente improvvisata o che agisce in cattiva fede: non di rado l’olio di canapa viene venduto a qualche cliente per olio CBD, per esempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *