Cioccolato al CBD

Abbiamo già visto ultimamente che la cannabis in generale è facilmente inseribile in moltissimi alimenti, un prodotto veramente versatile che sprazza dal dolce al salato, una duttilità che tutti conosciamo sia dalla pianta stessa che ha moltissimi impieghi come ti ho spiegato in questo articolo, però sicuramente poter assimilare del buon cbd unito ad un cioccolato di qualità è sicuramente un grosso vantaggio.

Prodotto assolutamente innovativo, il cioccolato al CBD consiste non è altro che un cioccolato tradizionale che contiene fra i suoi ingredienti il cannabidiolo.

Allo stesso modo di quello classico, può essere quindi fondente, bianco o al latte, oppure con nocciole o altri ingredienti sfiziosi e gustosi.

I livelli di cannabidiolo nei vari tipi di cioccolato sono variabili e per 100 gr di prodotto possono contenerne tra 10 e 100 mg. Scopriamo le sue proprietà benefiche, come si usa e se la vendita di cioccolato al CBD è legale.

Effetti benefici sul sistema nervoso

I benefici del cioccolato al CBD sul sistema nervoso sono accertati e riconosciuti dagli esperti. Infatti, pare che nell’uomo questo tipo di cioccolato riesce a ridurre i livelli di stress e d’ansia, ed è un vero toccasana per l’equilibrio psico-fisico. Gustoso e piacevole da assaporare, il cioccolato CBD quindi, oltre che deliziare il palato, ha un valore terapeutico.

Gli scienziati affermano che da una parte è proprio il cioccolato ad assicurare al sistema nervoso gli effetti positivi e a far tornare il buonumore, ma dall’altra il merito è anche del CBD, che consente di creare un prodotto capace di agire anche a livello psicologico. L’effetto relax libera totalmente da preoccupazioni e tensioni.

Come realizzare il cioccolato al cbd?

Premessa, la ricetta è uguale che voi utilizziate un olio al cbd o la classica Marijuana, la preparazione è identica, va solo modificato l’elemento allegro che inseriamo nel nostro cioccolato.

L’importante in questa ricetta per ottenere un buon risultato è utilizzare materie prime di qualità, sia per l’erba/cbd sia per il cioccolato che andremo a scioglier e preparare.

Ingredienti per il cioccolato alla cannabis

  • 3-5 grammi di Cannabis macinata finemente o 10gr di olio al Cbd (Lo trovate qui)
  • 100 grammi di cioccolato fondente (a barrette o in scaglie); ( Lo trovate qui)
  • Una ciotola di vetro; (Lo trovate qui)
  • Una pentola;
  • Uno stampino per cioccolato va bene anche in silicone. (Lo trovate qui)

Preparazione del cioccolato al cbd

Per iniziare la preparazione del vostro cioccolato al cbd/cannabis iniziare ad amalgamare a bagno maria il vostro cioccolato, sia che sia a scaglie sia in barretta, come sempre cercate di utilizzare un cioccolato di qualità.

Per farlo mettete una bacinella nella vostra pentola piena di acqua calda e iniziate a fare un bagno maria molto tranquillamente, mantenete il cioccolato mescolato continuamente per evitare che si attacchi o si rovini.

Aggiungiamo ora la nostra cannabis/olio al cbd, l’importante che sia tutto molto fine nel caso utilizziate dell’erba, altrimenti avremo dei pezzetti molto fastidiosi da mangiare, quindi cerchiamo di fare un prodotto il più liscio possibile.

Una volta finito di mescolare e incorporare senza mai far bollire il cioccolato, poniamolo nello stampino per farlo solidificare, se non avete uno stampino potete utilizzare anche lo stampo per i ghiaccioli o dei ghiacciolini, l’effetto è molto simile.

Quando lo stampino è pieno, date dei leggerissimi colpetti sul tavolo per far uscire l’aria che è rimasta nel liquido, cosi avremo uno snack di altissima qualità senza bolle che potrebbero compromettere il nostro snack.

Fate raffreddare rapidamente in frigorifero, cercate però di non fare una produzione eccessiva per mantenere il prodotto con un livello qualitativo superiore. (La produzione casalinga infatti non ci consente di abbattere correttamente il cioccolato alla cannabis, cerchiamo quindi di mantenere una piccola produzione magari settimanale per avere sempre un prodotto al massimo)

Extra: Nel cioccolato potete inserire anche riso soffiato, cereali, mandorle e tutto quello che vi aggrada per fare uno snack appetitoso e rilassante.

Per ottenere un prodotto qualitativamente superiore, dovrete aggiungere una puntina di burro di cacao alimentare che potete trovare qui, sul quantitativo di cioccolato della ricetta ne dovete inserire un 20 grammi.

Non fate scaldare troppo la cannabis, cercate di mantenere il prodotto ad un temperatura bassa durante la preparazione altrimenti inizierà il processo di decarbossilazione, rischiando cosi di perdere l’effetto psicoattivo a discapito del nostro divertimento, il discorso vale anche per l’olio al cbd, una temperatura troppo alta potrebbe rovinare il nostro prodotto.

Come usare il cioccolato CBD?

L’uso del cioccolato CBD è uguale a qualsiasi altro cioccolato. Lo si può mangiare staccandone un pezzo dalla barretta, oppure spalmato su una brioche o sul pane, oppure lo si può usare per preparare dolcetti. Ci sono tante ricette irresistibili per preparare gustosi manicaretti come quelli della pasticceria. A prescindere quale sia il modo più congeniale per gustare il cioccolato al CBD, bisogna però seguire degli accorgimenti, per evitare che gli effetti del cannabidiolo possano essere limitati. Ecco quali sono:

  • Evitare di usare il cioccolato CBD ad una temperatura troppo elevata – questa potrebbe ridurre gli effetti del CBD. Il consiglio è di non superare i 180 ° C.
  • Se il cioccolato al CBD è molto concentrato gli effetti sono lenti – in questi casi evitare di mangiarne troppo e attendere che faccia il suo effetto per poi assumerne ancora.

Non tenere il cioccolato al CBD alla portata dei bambini o degli animali domestici e fare attenzione che non ne ingeriscano. Conservare il prodotto in un luogo fresco.

Qualità e sapore

Se qualcuno ha dei dubbi sul sapore del cioccolato al CBD può provarlo e accertare personalmente che i prodotti di qualità sono ottimi. Infatti, bisogna sottolineare che l’intenso sapore della canapa non altera in alcun modo il gusto del cacao.

Sul mercato i prodotti a base di cacao e cannabis, naturalmente senza Thc, sono tanti, e si spazia dalle tradizionali barrette al cioccolato con semi di canapa, ai dolcetti al cioccolato con l’aggiunta di olio di Cbd ai famosi brownies.

Ottime e gustosissime sono anche le creme spalmabili al cioccolato, che somigliano molto alla Nutella e sono perfette per fare colazione al mattino oppure per uno spuntino.

La vendita di cioccolato alla cannabis è legale?

Non bisogna confondere il cioccolato CBD con il cioccolato alla cannabis in generale, in quanto nel primo caso il cioccolato contiene cannabidiolo, sostanza legale all’interno dell’Unione Europea (UE).

Per rendere legale il prodotto finale la cannabis light inserita nel cioccolato deve essere stata estratta da piante di cannabis certificate e contenente un livello di THC inferiore allo 0,2%.

Il cioccolato CBD legale non contiene quindi livelli di THC superiori a quelli previsti dalla norma. Sia in Franche che negli altri paesi dell’UE il cioccolato al CBD disponibile al banco risponde a questi requisiti. Invece, la vendita di cioccolato alla cannabis è legale negli in alcuni paesi, fra cui gli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *