Astinenza da maria? Esiste, ecco i sintomi

Ti starai chiedendo se l’astinenza da maria (diversivo di cannabis, marijuana o erba) provochi dei sintomi ben specifici. Alcuni studi sostengono che in verità, non è stata comprovata alcuna dipendenza, se non quella assuefazione psicologica

In effetti analizzando attentamente la canapa, quest’ultima contiene delle sostanze psicoattive, che con il tempo potrebbero causare sintomi ed effetti molto simili ad una “dipendenza”, ma che non va confusa con quella provocata delle droghe pesanti.

Astinenza da maria (marijuana): 10 sintomi possibili

  1. Dolori addominali;
  2. Brividi di freddo o tremori;
  3. Febbre;
  4. Mal di testa o emicranie;
  5. Ansia;
  6. Irrequietezza;
  7. Nausea;
  8. Sudorazione;
  9. Insonnia;
  10. Calo dell’appetito;

Qualcuno dei sintomi dovuti dall’astinenza da maria (ovvero la marijuana) si sono verificati per un paio di giorni massimo. Uno studio ha dimostrato che perlopiù sono stati coinvolti gli adolescenti.

Disintossicarsi da una astinenza da canne e fumo light (legale)

Spesso chi decide di mettere un freno alla cannabis si chiede “quali sono i rimedi per disintossicarsi da una astinenza da canne e marijuana?”.

Quello che è importante affinché non si crei più alcuna subordinazione è “non fossilizzarsi”. Durante il periodo di pausa sarà utile ricorrere all’esercizio fisico (andare in palestra, fare sport, correre, ecc) o crearsi degli hobby (fuori dal contesto di lavoro) su cui restare concentrati.

Si può evitare l’astinenza da maria (cannabis e marijuana) ?

Dopo aver analizzato quali sono i sintomi da astinenza da maria (sempre nota come marijuana), ci focalizziamo su come poter evitare di arrivare a questo punto. Tra i punti prioritari in elenco:

  • Non farne un uso giornaliero;
  • Se è destinato ad uso farmaceutico utilizza solo le quantità prescritte o consigliate;
  • Non pensare sia la soluzione ad uno o più problemi;

Sugli effetti collaterali della cannabis light sono intervenuti medici e professionisti sanitari da ogni parte del mondo. Secondo la APA (Associazione Psichiatrica Americana), i pazienti sotto osservazione e con consumo regolare (anche per cinque giorni consecutivi) di marijuana:

Avrebbero cominciato ad accusare i primi sintomi di astinenza ed esigenza di fumare, per una durata complessiva pari a 45 giorni. Alla luce di quanto emerso dagli studi, la APA sostenne e approvò l’irresistibilità di dover fumare la canna, da parte di ne abusò per un periodo medio – lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *